Mimesi

 

 

La NativitĂ  secondo Francesco Cinelli va in scena stasera a Massarella

12 dicembre 2008 — pagina 03 sezione: Empoli

FUCECCHIO. Francesco Cinelli, l’artista fucecchiese conosciutissimo per aver dipinto due palii, ma ormai noto ben oltre i confini della Toscana, torna ad incantare Fucecchio con la sua arte, sempre più eclettica. Dopo aver partecipato a collettive e personali nel prestigioso Museo Maui di Teano, a Sulmona, a Pietrasanta, a Livorno e a Prato, l’artista fa tappa nella sua terra d’origine per mettere in scena stasera alle 21.15 nella suggestiva Pieve di Santa Maria a Massarella, il progetto “Mimesi - Il potere delle immagini”, una delle sue nuove performance pittoriche, ispirata all’affresco di Romano Stefanelli la “Natività”, custodito nella stessa chiesa. Pur continuando a portare avanti le sue sperimentazioni pittoriche, dopo un lungo viaggio in Brasile ed alcune esperienze in ambito fiorentino, Cinelli ha maturato un particolare gusto per l’arte applicata alla materia vivente, non più ancorata alla staticità di una tela o di un supporto fisso, ma animata da una nuova energia, se unita al corpo e allo spazio. «Si tratta di un progetto ambizioso - confessa Cinelli - perché nelle mie performance cerco di amalgamare linguaggi artistici diversi per condurre la pittura fuori dagli schemi, per animarla nello spazio: usare i corpi umani come quadri che, una volta dipinti, prendono vita ispirandosi all’ambiente circostante, è un mezzo per dimostrare che la pittura parla anche oltre la tela». L’evento “Mimesi” di Massarella è promosso dall’Associazione “Le stanze sul Padule”.

 

Camaleonteart

Camaleonteart è un progetto interattivo di pittura e performance collocato all’interno della ricerca artistica di Francesco Cinelli, che vive e lavora a S.Maria a Monte (Pi)...
 

Leggi tutto...

Eventi

FRANCESCO CINELLI. L’ANIMA RITROVATA

FRANCESCO CINELLI. L’ANIMA RITROVATA

Le opere dell’artista toscano nel Lu.C.C.A. Lounge&Underground dal 3 dicembre 2016 al 5 febbraio 2017

Studiare e dipingere un corpo attraverso se stesso non in quanto corpo ma in quanto mente mi permette di esplorare mediante sinergie diverse, quali la pittura e lo spazio, soluzioni cromatiche e percettive determinanti per la mia ricerca artistica.

Mi interessa esplorare tutte quelle sensazioni ed emozioni che rappresentano le caratteristiche dell'essere umano, del proprio io in modo autentico, vero, in un modo del tutto normale: qualitĂ  necessarie, a mio avviso, per contrastare una societĂ  che ci vuole sempre piĂą oggetto e meno soggetto della nostra vita.Logo cf nero