Cucine d'Italia Experience

ROMA 19-22 Settembre 2012 – OFFICINE FARNETO

 

“CUCINE D’ITALIA EXPERIENCE”  torna a Roma

dal 19 al 22 settembre 2012 nell’inusuale spazio delle Officine Farneto.

“CUCINE D’ITALIA EXPERIENCE” è un evento in cui design, estetica, arte gastronomica e musica d’autore, si alternano e s’intersecano ad un ritmo incalzante. Un evento in cui protagonista è la cucina che non ha un perimetro chiuso, ma si apre a contenuti in continua evoluzione. Un cucina che diventa luogo attraversato da arte, cultura, ritmi e tradizioni che si mescolano fra loro e reinventano la modalità di fruizione della cucina stessa. L’obiettivo è quello di divulgare l’eccellenza del Made in Italy e di mettere in contatto l’alto potenziale italiano di designer, architetti, produttori e creativi con la migliore imprenditorialità italiana, creando un intenso sistema di relazioni in una grande esposizione di cucine design, tra cantine di ultima generazione e rivoluzionari forni in pietra lavica. Arte, cultura, performance, laboratori, musica, enogastronomia di qualità ed un Concorso Nazionale promosso dall'Ordine degli Architetti per progettare la cucina del futuro. CUCINE D’ITALIA è un evento itinerante, animato da protagonisti assoluti: designer e creativi, musicisti e chef, architetti e artisti italiani, aziende produttrici innovative come TM Italia, Strato Cucine, Cantine Ellemme, VG New Trend, Nacsound.

IL PROGRAMMA

La prima delle proposte di questa edizione riguarda un Concorso di Design: nuove idee e visioni sul paesaggio domestico, le piĂą diverse espressioni dei progettisti allo scopo di fornire una vetrina interessante di progetti di design per l’ambiente “cucina”, da sottoporre alle aziende operanti nel campo dell'arredamento, un trampolino di lancio per i giovani, una vetrina per i professionisti e un’ opportunitĂ  per le aziende, un’occasione concreta di dialogo e di incontro tra giovani designer e progettisti, e di dibattito tra i protagonisti del design ed il grande pubblico. Architetti, ingegneri, designer, laureandi nelle discipline tecniche e giovani creativi partecipanti al concorso, avranno la possibilitĂ  di presentare al pubblico le loro proposte nel corso della manifestazione. Cucine d’Italia nel corso dell’evento, assieme alle Istituzioni Capitoline e ad affermate realtĂ  romane come “Arch srl” dell’Architetto Marco Repetto, assegnerĂ  una cucina design in beneficenza ad una struttura impegnata nel sociale. In programma anche gli show cooking realizzati da grandi cuochi, come Filippo La Mantia, che realizzeranno i loro piatti spalla a spalla con personaggi del mondo delle spettacolo che daranno voce alle narrazioni del gusto scritte appositamente per l’evento da Paola Ricci di “Taste Archaeologist”. L’Istituto Nazionale Dieta Mediterranea e Nutrigenomica e l’Accademia Italiana della Cucina Mediterranea cureranno un incontro con ospiti di rango, mentre un secondo incontro sarĂ  organizzato da Confcommercio e Federservizi. La Principessa Barberini, Mita Luciani Ranier, e Paola Bossalino terranno le “Lezioni di Bon Ton” e Vi mostreranno come si invita, come si riceve, come ci si districa tra posate e bicchieri, quali sono l'abbigliamento e i menu adatti alle diverse occasioni. Un excursus nel mondo delle buone maniere, dagli addobbi floreali design all’Antica Bottega Amanuense fondata dal Maestro di Calligrafia Enrico Ragni, in arte Malleus, che insegnerĂ   agli ospiti la realizzazione a mano di sofisticati biglietti d’invito. Marco Lombardi, docente all’UniversitĂ  Suor Orsola Benincasa di Napoli e giornalista appassionato sia di cinema che di enogastronomia, terrĂ  tre lezioni di “Cinegustologia”, per il ciclo “Cinema Made in Italy” nelle serate del 20, 21 e 22 Settembre dedicate al Made In Italy di qualitĂ . Vino, Pizza e Pasta troveranno le loro segrete relazioni con famose sequenze cinematografiche in un laboratorio che mi snoderĂ  tra Cinema e le degustazioni dell’originario maccheroncino di “Campofilone”, le etichette dell’Azienda Vinicola Masseria Felicia, i fumanti assaggi di Pizze IGP e con farine alternative di Antonino Esposito di Sorrento -protagonista di “Piacere Pizza” su Alice TV- e la straordinaria partecipazione di Franco Micalizzi, celebre compositore di “Lo Chiamavano Trinità” e del genere “Spaghetti Western”. Alberto Manodori Sagredo, Docente di Storia e Tecnica della Fotografia, UniversitĂ  di Tor Vergata di Roma, curerĂ  una Mostra Fotografica dedicata a “L’Italia a Tavola”. Un workshop tenuto da Massimo Donei sarĂ  dedicato alla produzione della Grappa. Non mancherĂ  un momento dedicato all’Alta Pasticceria con una lezione dimostrativa del pasticcere designer Andrea De Bellis. Lo spazio dedicato all’Arte vedrĂ  la presenza di una grande installazione dell’artista tedesco Hans Hermann Koopman, sarĂ  animato dalla “gastropittura” del pittore Riccardo Natili, dal sofisticato designer Pietro Mastrota, dal camaleontico Francesco Cinelli e dalle impegnate performance della video artista Francesca Fini, prossima alla partecipazione della prestigiosa “Venice International Performance Art Week”: prestigiosa passerella della performance art internazionale. Lo Spazio Esterno vivrĂ  momenti emozionanti con lo Spettacolo Giallo Teatrale Interattivo “Delitto in salsa rosa” con Danilo De Santis, Marco Fiorini, Fabrizio Odetto e Carmela Ricci; l’incredibile bravura del chitarrista di Tom Sinatra e l’emozionante impatto sonoro della “Big Bubbling Band” diretta dal Maestro Franco Micalizzi. L’evento è patrocinato della Regione Lazio e dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Roma.

 

 

 

Altro in questa categoria: « Muro Nero Frammenti »

Camaleonteart

Camaleonteart è un progetto interattivo di pittura e performance collocato all’interno della ricerca artistica di Francesco Cinelli, che vive e lavora a S.Maria a Monte (Pi)...
 

Leggi tutto...

Eventi

FRANCESCO CINELLI. L’ANIMA RITROVATA

FRANCESCO CINELLI. L’ANIMA RITROVATA

Le opere dell’artista toscano nel Lu.C.C.A. Lounge&Underground dal 3 dicembre 2016 al 5 febbraio 2017

Studiare e dipingere un corpo attraverso se stesso non in quanto corpo ma in quanto mente mi permette di esplorare mediante sinergie diverse, quali la pittura e lo spazio, soluzioni cromatiche e percettive determinanti per la mia ricerca artistica.

Mi interessa esplorare tutte quelle sensazioni ed emozioni che rappresentano le caratteristiche dell'essere umano, del proprio io in modo autentico, vero, in un modo del tutto normale: qualitĂ  necessarie, a mio avviso, per contrastare una societĂ  che ci vuole sempre piĂą oggetto e meno soggetto della nostra vita.Logo cf nero