Vera Maria Carminati

E' coinvolgimento totale. La forza del colore e le pieghe della materia imprimono movimento – un urtoe un incontro – all'ambiente di cui plasmano i contorni, all'emozione di chi si lascia toccare e osserva...

 

E' coinvolgimento totale. La forza del colore e le pieghe della materia imprimono movimento – un urtoe un incontro – all'ambiente di cui plasmano i contorni, all'emozione di chi si lascia toccare e osserva. I mondi dell'immaginazione sono infiniti, infinite le possibilita' espressive, le voci e i suoni che il ritmo del colore fa vibrare. Ma la carne è una. Una fisicità – quella dello spettatore – che è interpellata senza mediazione, qui ed ora, nell'istante, gioioso e terribile. Nel presente della sensazione è impossibile non scoprirsi centro di risonanza verso cui precipita il moto di questi mondi. Materici prima che fantastici, generati nell'immanenza di un divenire senza sosta, mai cristallizzati in costellazioni astratte: sono instabili e fluidi come corpi vivi. L'immaginazione è produttiva e si condensa in grumi di colore; cose da sentire più che spazi e tempi da fingere. Il colore rapprendendosi diventa un minerale, il dorso di un animale, materiale di costruzione e organismo pulsante. La materia (anche rifiuti, residui, stagnole e pellicole luccicanti) è forza di vita, una concrezione animata. Sembra la scorza di un frutto, un'orma o la traccia di un passaggio, il palpito di un instinto ancestrale. In un' esplosione scandita e ritmata, si fa quasi musica. La drammaticità delle superfici diventa contrazione, slabratura, torsione, luccichio. Gli elementi si abbracciano e si mescolano: lo spessore della terra, il fluire liquido dei piani che si sovrappongono, la percezione nell'aria circostante di un ordine e una bellezza musicali sublimano in lampo e fuoco. Ogni opera di Cinelli è tappa di un percorso alchemico dal salnistro all'etere, dalla resistenza e dall'opacità della materia grezza, della realtà in cui ci si imbatte, dell'ostacolo in cui si inciampa, alla luce fugace di bagliori evanescenti e al chiarore selenico delle instabili superfici.   (Vera Maria Carminati)

Camaleonteart

Camaleonteart è un progetto interattivo di pittura e performance collocato all’interno della ricerca artistica di Francesco Cinelli, che vive e lavora a S.Maria a Monte (Pi)...
 

Leggi tutto...

Eventi

FRANCESCO CINELLI. L’ANIMA RITROVATA

FRANCESCO CINELLI. L’ANIMA RITROVATA

Le opere dell’artista toscano nel Lu.C.C.A. Lounge&Underground dal 3 dicembre 2016 al 5 febbraio 2017

Studiare e dipingere un corpo attraverso se stesso non in quanto corpo ma in quanto mente mi permette di esplorare mediante sinergie diverse, quali la pittura e lo spazio, soluzioni cromatiche e percettive determinanti per la mia ricerca artistica.

Mi interessa esplorare tutte quelle sensazioni ed emozioni che rappresentano le caratteristiche dell'essere umano, del proprio io in modo autentico, vero, in un modo del tutto normale: qualità necessarie, a mio avviso, per contrastare una società che ci vuole sempre più oggetto e meno soggetto della nostra vita.Logo cf nero